Condividi
Condividi

Giornale online

 

 
A palazzo Trentini, con gli interventi dell'autore, del presidente Dorigatti e di Mario Cossali
Presentato il libro di Sandro Schmid sui trentini volontari antifascisti nella guerra di Spagna
Foto allegate
​​​​​E' stato presentato oggi pomeriggio a palazzo Trentini il libro di Sandro Schmid "Antifascisti trentini nella guerra di Spagna" edito dalla casa editrice Osiride. Un corposo volume nel quale vengono raccontate le vite dei 75 trentini che combatterono in terra spagnola nella guerra civile (1936 – 1939) che rappresentò il primo durissimo scontro con il nazifascismo e la prova generale del secondo conflitto mondiale.
Un libro, quello di Schmid, che riporta alla memoria le storie di 75 volontari delle brigate internazionali che si schierarono con il governo repubblicano contro Franco. Volontari, ha ricordato nella presentazione il presidente dell'Anpi del Trentino, Mario Cossali, provenienti da tutte le valli del Trentino a testimonianza che, anche negli anni del fascismo trionfante che esercitava attraverso il giornale "Il Brennero" una propaganda martellante, l'anelito alla libertà non interessava solo i ceti urbani.
Il libro di Schmid, ha ricordato il Presidente del Consiglio provinciale, Bruno Dorigatti, ha una grande importanza storiografica ma, attraverso la rievocazione della tragedia spagnola e delle gesta coraggiose dei nostri conterranei, ci richiama anche ai pericoli che oggi sembrano riapparire all'orizzonte dell'Europa. "Viviamo – ha detto Dorigatti – in una fase politica, economica e sociale che tende, talvolta, a riproporre gli scenari di fondo che meno di un secolo fa diedero forza e sostanza all'avvento dei regimi dittatoriali in Italia, Germania e non solo. Ecco perché – ha continuato il Presidente del Consiglio – volumi come questo sono preziosi e forse anche indispensabili perché restituiscono un clima, un modo di pensare e una sensazione generale di un tessuto sociale pronto a farsi conquistare dalle demagogie e dai populismi di allora come di oggi".
Sandro Schmid, a questo proposito, nel suo intervento che ha preceduto la lettura di alcuni brani, ha ricordato che queste pagine oltre a ricostruire le biografie dei volontari trentini antifascisti hanno cercato di ricreare, attraverso gli articoli de "Il Brennero" anche il clima che il fascismo cercò di creare attorno alla guerra di Spagna che veniva presentata come una crociata per la civiltà contro i "rossi". Lo studio, che è stato preceduto nel lontano 1977 da quello di Renzo Francescotti ("Sotto il sole di Spagna"), riporta inoltre alla memoria alcuni personaggi straordinari del Trentino antifascista: tra tutti Emilio Strafelini, erede di una ricca famiglia roveretana, anarchico e socialista, partigiano e nel dopoguerra sindacalista. Uomo di grandissima idealità (al punto che dilapidò una grande fortuna per finanziare la causa antifascista arrivando addirittura a comprare un aereo per lanciare volantini di propaganda), ma al tempo stesso concretissimo difensore dei diritti dei lavoratori.
Cossali, nel suo intervento, ha ricostruito il momento storico della guerra di Spagna che anticipò non solo la seconda guerra mondiale, ma, a causa degli scontri che avvennero anche tra gli antifascismi, le tensioni del dopoguerra tra il socialismo riformista e il comunismo di tipo sovietico. Alla presentazione è intervenuto anche Andrea Andrico, presidente dell'Aivas, l'associazione dei volontari di Spagna e il cantautore Sergio Balestra ha cantato alcune canzoni in ricordo dei volontari di Spagna. All'incontro culturale era presente anche il vicepresidente del Consiglio regionale Lorenzo Ossanna. 
 
Bruno Zorzi
Galleria immagini:
  • Dorigatti e Cossali
  • La copertina del libro
 
 
Allegati:
 
Articoli correlati:
 
Vedi anche:
 
Pagine visitate
  • Presentato il libro di Sandro Schmid sui trentini volontari antifascisti nella guerra di Spagna
 
 
Consiglio della Provincia autonoma di Trento: Via Manci, 27 - 38122 Trento - tel. 0461 213111 - e-mail: Contatta C.F. 80009910227
Indirizzo di e-mail certificata (PEC) segreteria.generale@pec.consiglio.provincia.tn.it

​Questo sito usa cookie tecnici e cookie di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano il Consiglio della Provincia autonoma di Trento a migliorare la fruibilità dei contenuti. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare la sezione Cookie Policy.