Condividi
Condividi

Giornale online

 

 
Congluite in un unico disegno di legge le tre proposte di Avanzo, Viola e Civico
Recupero e distribuzione di eccedenze di cibo e altri prodotti, contro gli sprechi. C'è il testo unificato
Documento allegato
​​È composto da 13 norme il testo unificato per la “riduzione degli sprechi, il recupero e la distribuzione delle eccedenze alimentari e non alimentari”, nel quale sono confluiti i tre disegni di legge proposti con obiettivi simili da Chiara Avanzo del Patt, Walter Viola di Progetto Trentino e Mattia Civico del Partito democratico. Il provvedimento, elaborato da un gruppo di lavoro interno alla Quarta Commissione che sta esaminando il testo e ha già deciso le audizioni con tutti i soggetti interessati, attua una risoluzione del Parlamento europeo del 2012 e la legge nazionale del 2016 sulla donazione e la distribuzione di prodotti a fini di solidarietà e per limitare gli sprechi. La legge proposta da Avanzo, Viola e Civico ha tre finalità: il recupero e la distribuzione di eccedenze di alimenti o di altri beni mobili come i vestiti, beni che sarà la Giunta provinciale ad individuare per le persone indigenti, sentita la commissione consiliare competente; in secondo luogo la legge mira a sviluppare il consumo responsabile come strumento di riduzione degli sprechi alimentari e non alimentari; infine con il recupero e il riutilizzo dei prodotti si punta anche alla riduzione dei rifiuti.
Per realizzare queste finalità il testo prevede che la Provincia assegni contributi finanziari importanti, anche fino alla copertura totale delle spese ad esempio per magazzini e mezzi di trasporto, a sostegno delle associazioni di volontariato attive in questo campo. Ma potranno anche essere aumentati gli incentivi alle imprese agricole, commerciali e della ristorazione che decidono di operare a favore del recupero e della distribuzione delle eccedenze di cibo e altri prodotti. Purché tutti questi soggetti rispettino le norme sulla sicurezza alimentare, igienico-sanitaria e sullo smaltimento dei rifiuti. Il disegno di legge unificato prevede inoltre l’istituzione di un Tavolo di coordinamento delle politiche di riduzione degli sprechi e di distribuzione delle eccedenze. Il Tavolo sarà formato dalla Provincia e da tutti attori pubblici, del Terzo Settore e dell’economia solidale impegnati in quest’ambito. Dalle nuove norme nascerà infine un sistema provinciale informatizzato di raccolta dei dati per favorire l’incontro tra la domanda e l’offerta delle eccedenze con una conseguente riduzione degli sprechi e dei rifiuti.
 
Antonio Girardi
Galleria immagini:
 
Allegati:
Articoli correlati:
 
Vedi anche:
 
Pagine visitate
  • Recupero e distribuzione di eccedenze di cibo e altri prodotti, contro gli sprechi. C'è il testo uni
 
 
Consiglio della Provincia autonoma di Trento: Via Manci, 27 - 38122 Trento - tel. 0461 213111 - e-mail: Contatta C.F. 80009910227
Indirizzo di e-mail certificata (PEC) segreteria.generale@pec.consiglio.provincia.tn.it

​Questo sito usa cookie tecnici e cookie di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano il Consiglio della Provincia autonoma di Trento a migliorare la fruibilità dei contenuti. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare la sezione Cookie Policy.