Condividi
Condividi

Giornale online

 

 
Dalla prima Commissione
Sì unanime a palazzo Trentini per il ddl Upt-Giunta sulla semplificazione amministrativa
In allegato, l'ordine del giorno con accesso al testo originario del provvedimento
​E’ stato completato questa mattina in prima Commissione, l’iter del testo unificato dei ddl 73 e 226 (Upt e Presidente della Giunta) di modifica della legge provinciale sull’attività amministrativa, della legge sul Via e della legge per il governo del territorio.
L’ultimo parere, dopo quelli raccolti la scorsa settimana è stato illustrato da parte del Consiglio delle autonomie locali.
Paride Gianmoena, che ha precisato di aver già anticipato un testo contenente le osservazioni (allegato), ha espresso una valutazione sostanzialmente positiva sulle nuove norme, mirate alla semplificazione dei rapporti tra cittadini e amministrazioni e al raggiungimento di un più alto livello di efficientamento della macchina pubblica. Il testo contiene anche alcuni significativi aggiornamenti della disciplina del procedimento amministrativo per quanto riguarda le competenze degli Enti locali. Positivi molti aspetti, come il silenzio assenso tra le amministrazioni, il superamento della carenza di requisiti formali per le Scia, il passaggio che avvisa il cittadino sulle scadenze della rendicontazione ecc. Quanto alle modifiche sul Via Gianmoena ha detto di condividere lo spirito, anche se è chiaro che per i Comuni c’è un aggravio di responsabilità dal momento che qualora il dissenso non sia sufficientemente motivato, si avvia la procedura semplificata mentre certe volte non si riesce a motivare compiutamente perché manca la documentazione. Su questo punto occorre trovare un giusto equilibrio, ha auspicando un concreto coinvolgimento.

La prima Commissione ha successivamente esaminato l’articolato, comprensivo dell’emendamento all’articolo 11 dell’Upt e degli emendamenti aggiuntivi all’articolo 15, dell’assessore competente in materia. Il primo emendamento, ha precisato lo stesso proponente, raccoglie le sollecitazioni degli artigiani nelle audizioni e lascia aperta la possibilità dell’individuazione di possibili soluzioni a seguito dell’analisi e valutazione dei procedimenti a cui è chiamato il Tavolo permanente istituito con lo stesso articolo.
La proposta di legge è stata infine approvata all'unanimità con 6 voti favorevoli. Prima della votazione finale è intervenuto il presidente della Giunta che si è scusato per aver potuto seguire l’iter della legge solo in questa fase finale ed ha espresso soddisfazione per "un testo che rende più semplice la vita a cittadini ed imprese in una logica di responsabilizzazione e maggior impegno della pubblica amministrazione". Soddisfazione che è stata condivisa in uguale misura anche dai consiglieri presenti dell’Upt: "qui poniamo una serie di tasselli importanti, riconosciuti dai soggetti ascoltati in Commissione, nella direzione della semplificazione e dell’efficientamento del sistema dell’autonomia, premessa per il rilancio dell’economia e del recupero di credibilità dei rapporti della pubblica amministrazione con i cittadini". 
 
Monica Casata
Galleria immagini:
 
Allegati:
Articoli correlati:
 
Vedi anche:
 
Pagine visitate
  • Sì unanime a palazzo Trentini per il ddl Upt-Giunta sulla semplificazione amministrativa
 
 
Consiglio della Provincia autonoma di Trento: Via Manci, 27 - 38122 Trento - tel. 0461 213111 - e-mail: Contatta C.F. 80009910227
Indirizzo di e-mail certificata (PEC) segreteria.generale@pec.consiglio.provincia.tn.it

​Questo sito usa cookie tecnici e cookie di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano il Consiglio della Provincia autonoma di Trento a migliorare la fruibilità dei contenuti. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare la sezione Cookie Policy.