Condividi
Condividi

Codice Provinciale

 

Legge provinciale 6 maggio 1980, n. 10
Istituzione di un sistema informativo elettronico provinciale
Materia: 1.6.4. - Programmazione, statistica e informatica
Testo: Testo originale
  • Testo vigente dal 25 aprile 2014

    LEGGE PROVINCIALE 6 maggio 1980, n. 10

    Istituzione di un sistema informativo elettronico provinciale

    (b.u. 13 maggio 1980, n. 25)

    Note al testo

    Vedi anche l'art. 28 della l.p. 15 novembre 1993, n. 36, l'art. 50 della l.p. 28 marzo 2003, n. 4, l'art. 3, comma 6 ter della l.p. 31 maggio 2012, n. 10, gli articoli 5 e 6 della l.p. 27 luglio 2012, n. 16.

    Art. 1

    omissis

    Note al testo

    Articolo abrogato dall'art. 24, comma 1 della l.p. 27 luglio 2012, n. 16; per una disposizione transitoria connessa all'abrogazione vedi lo stesso art. 24, comma 2.

    Art. 2

    1.    omissis

    2.    omissis

    3.    La gestione del sistema informativo elettronico provinciale, nonché l'attuazione di altri interventi secondo i criteri previsti dai piani di cui al primo comma sono affidati in concessione ad una società a prevalente capitale pubblico.

    Note al testo

    Articolo così sostituito dall'art. 15 della l.p. 30 gennaio 1992, n. 6, modificato dalla tabella A del d.p.g.p. 25 settembre 2000, n. 24-42/Leg (ai sensi dell'art. 10 della l.p. 27 agosto 1999, n. 3) e dall'art. 24, comma 1 della l.p. 27 luglio 2012, n. 16 (per una disposizione transitoria connessa a quest'ultima modificazione vedi lo stesso art. 24, comma 2). Vedi anche l'art. 4 della l.p. 2 novembre 1993, n. 29 e l'art. 14 della l.p. 23 novembre 1998, n. 17.

    Art. 3

    La Provincia autonoma di Trento è autorizzata a promuovere la costituzione ed a partecipare al capitale sociale della società di cui all'articolo 2, fino alla concorrenza dell'importo di lire 250.000.000.

    La predetta partecipazione è subordinata alla preventiva approvazione da parte della Giunta provinciale dello statuto della società, che dovrà prevedere la priorità degli interventi richiesti dalla Provincia.

    I rappresentanti della Provincia autonoma di Trento, di cui uno su designazione delle minoranze politiche presenti in Consiglio provinciale, sono nominati dalla Giunta provinciale.

    Ogni eventuale successiva modifica dello statuto dovrà essere preventivamente approvata dalla Giunta provinciale.

    Note al testo

    Articolo così modificato dall'art. 15 della l.p. 30 gennaio 1992, n. 6. Vedi anche l'art. 6 della l.p. 30 luglio 1984, n. 2.

    Art. 4

    Il Presidente della Giunta provinciale è autorizzato a rappresentare la Provincia autonoma di Trento nell'atto costitutivo della società ed in ogni occorrenza legale richiesta per la regolare costituzione.

    Art. 5

    I rapporti dipendenti dalla concessione di cui all'articolo 2, saranno regolati con apposita convenzione.

    Fatta salva l'esclusiva proprietà dei dati del committente i programmi, la convenzione di cui al comma precedente dovrà prevedere espressamente le clausole atte a garantire l'osservanza del segreto sugli atti e informazioni dei quali la società dovesse venire a conoscenza nell'ambito dell'attuazione della convenzione medesima.

    Alla stipula della convenzione provvede il Presidente della Giunta provinciale, previa deliberazione della Giunta medesima.

    La convenzione di cui al presente articolo è approvata dalla Giunta provinciale sentita la competente commissione consiliare.

    Note al testo

    Articolo così modificato dall'art. 15 della l.p. 30 gennaio 1992, n. 6, dall'art. 15 della l.p. 7 luglio 1997, n. 10 e dall'art. 30 della l.p. 22 aprile 2014, n. 1.

    Art. 6

    1.    Per la verifica tecnica delle attività realizzate, la Giunta provinciale è autorizzata ad avvalersi di persone specializzate nel numero massimo di due, da scegliersi tra tecnici con esperienza pluriennale nello specifico settore, anche ricorrendo a specifici incarichi professionali, secondo le disposizioni del vigente ordinamento.

    Note al testo

    Articolo così sostituito dall'art. 15 della l.p. 30 gennaio 1992, n. 6 e modificato dalla tabella A del d.p.g.p. 25 settembre 2000, n. 24-42/Leg, ai sensi dell'art. 10 della l.p. 27 agosto 1999, n. 3.

    Art. 7

    omissis

    Note al testo

    Articolo abrogato dall'art. 30 della l.p. 22 aprile 2014, n. 1.

    Art. 7 bis

    omissis

    Note al testo

    Articolo aggiunto dall'art. 8 della l.p. 29 dicembre 2005, n. 20 e abrogato dall'art. 24, comma 1 della l.p. 27 luglio 2012, n. 16; per una disposizione transitoria connessa all'abrogazione vedi lo stesso art. 24, comma 2.

    Art. 8

    Per le attività della società poste in essere nell'interesse della Provincia autonoma di Trento, la stessa ha facoltà di prevedere forme di collaborazione da parte di proprio personale secondo modalità che saranno disciplinate nella convenzione di cui all'articolo 5.

    Art. 9

    Fintantoché non sarà predisposta una apposita sede per la società, la Provincia autonoma di Trento è autorizzata a mettere a disposizione di detta società i locali attualmente utilizzati dal centro elaborazione dati provinciale, completi di mobilio e servizi.

    Le modalità ed i tempi di utilizzazione di detti locali e servizi saranno regolati da apposita convenzione.

    Alla stipula della convenzione provvede il Presidente della Giunta provinciale, previa deliberazione della Giunta medesima.

    Art. 10

    Per i fini di cui all'articolo 3 è autorizzato lo stanziamento di lire 250.000.000 a carico dell'esercizio finanziario 1980.

    Art. 11

    Per i fini di cui agli artt. 1, 2 e 5, primo comma, è autorizzato lo stanziamento di lire 500.000.000 a carico dell'esercizio finanziario 1980.

    Per gli esercizi successivi sarà disposto annualmente apposito stanziamento con legge di bilancio annuale in misura comunque non superiore alle previsioni recate dal bilancio pluriennale.

    Art. 12 - Art. 13

    omissis

    Note al testo

    Disposizioni finanziarie ed entrata in vigore.

 
Pagine visitate
  • Legge provinciale 6 maggio 1980, n. 10
 
 
Consiglio della Provincia autonoma di Trento: Via Manci, 27 - 38122 Trento - tel. 0461 213111 - e-mail: Contatta C.F. 80009910227
Indirizzo di e-mail certificata (PEC) segreteria.generale@pec.consiglio.provincia.tn.it

​Questo sito usa cookie tecnici e cookie di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano il Consiglio della Provincia autonoma di Trento a migliorare la fruibilità dei contenuti. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare la sezione Cookie Policy.