Condividi
Condividi

Giornale online

 

 
Concorso indetto dal Consiglio, vincono le medie di Cavalese e il don Guetti di Tione
Gli studenti disegnano la pagina Facebook del Garante dei minori
Foto allegate
La III C delle scuole medie "Giovanni Segantini" di Cavalese e la IV A amministrazione finanza e marketing dell'Istituto superiore don Guetti di Tione, sono le vincitrici delle due sezioni del concorso per le scuole secondarie, indetto dalla Presidenza del Consiglio provinciale per l'anno 2016/2017 e organizzato dalla funzionaria Carla Tomasoni.
Oltre 130 ragazzi hanno preso penna, matita e mouse per ideare e ridisegnare l'immagine di copertina della nuova pagina Facebook del Garante provinciale dei minori, che è un'istituzione incardinata presso il Consiglio provinciale. Gli elaborati – giunti da Cles (liceo Russel), da Rovereto (istituto don Milani), da Tione, da Cavalese – sono stati vagliati dalla commissione formata dal presidente Camillo Lutteri (dirigente del Servizio legislativo del Consiglio), da Renzo Fracalossi (Capo di Gabinetto del Consiglio) e da Luca Zanin (responsabile dell'Ufficio stampa dell'ente). Sono piaciute in particolare le ideazioni della classe giudicariese coordinata dal professor Nicola Spada (le mani del Garante dei minori in atto di protezione verso i ragazzi alle prese con tablet, smartphone e social network) e la semplicità del disegno tratteggiato dagli allievi fiemmesi della professoressa Rita Corvino (i ragazzi si danno la mano e stanno dentro la cornice di una solida casa). Sono stati proprio gli studenti, stamane presso il centro culturale Santa Chiara, a illustrare il percorso e le motivazioni dei loro lavori.
 
Il presidente Bruno Dorigatti, che ha premiato le classi vincitrici con un assegno di mille euro ciascuna, ha detto loro che il Consiglio vuole fare la propria parte per affrontare quel profondo disorientamento della nostra società di fronte all'esplosione di nuovi e pervasivi mezzi di comunicazione interpersonale. Non dobbiamo avere paura – ha detto – ma occuparci del problema sì, perché la diffusione capillare degli telefonini e delle loro app ha aperto nuove strade ma ha pure impoverito la qualità del dialogo tra le persone e acuito il senso di solitudine. Dorigatti ha anche parlato del violento scarto generazionale, dicendo che bisogna assolutamente evitare l'interruzione della perziosa trasmissione di esperienze tra anziani e giovani.
 
Daniela Longo, garante dei minori, ha detto che questo concorso è servito a far conoscere di più il ruolo della sua istituzione, nata appena nel 2009 (a livello nazionale solo nel 2011) e forse per questo ancora meno conosciuta rispetto all'altro suo ruolo di difensore civico. Longo ha detto ai ragazzi che internet e i social sono dominati da logiche di profitto e non certo dal rispetto dei più giovani. Occorre tutelarsi e il garante dei minori è a disposizione gratuita di tutti per consigli, chiarimenti, ad esempio per spiegare in che modo si può postare una foto o un testo sul web senza offendere nessuno o calpestare diritti altrui.
 
Alla cerimonia di oggi è intervenuta anche Viviana Sbardella, dirigente del "Lorenzo Guetti" di Tione, che ha parlato del montante cyber-bullismo, fenomeno che toglie alla vittima perfino la consolazione di un luogo di sicurezza fisica come le mura domestiche. Tutti i ragazzi sono esposti al rischio e tutti possono diventare persecutori, talvolta senza rendersene conto. E' importante dunque far passare la notizia che ci sono istituzioni pubbliche pronte a dare man forte e tutela.
 
Claudio Nicolussi, direttore dell'Università popolare trentina di Tione, ha elogiato a sua volta l'iniziativa del Consiglio, perché ha dato modo alle classi partecipanti di avviare diversi approfondimenti su temi che toccano da vicino la vita e la quotidianità dei ragazzi.​
 
Luca Zanin
Galleria immagini:
  • I due studenti premiati
  • La classe premiata
  • Dorigatti parla agli studenti
  • La sala gremita di studenti
  • Longo e Dorigatti
  • Studente premiato da Dorigatti
  • Studentessa premiata da Dorigatti
  • Studenti durante l'incontro
  • Disegno vincitore
 
 
Allegati:
 
Articoli correlati:
 
Vedi anche:
 
Pagine visitate
  • Gli studenti disegnano la pagina Facebook del Garante dei minori
 
 
Consiglio della Provincia autonoma di Trento: Via Manci, 27 - 38122 Trento - tel. 0461 213111 - e-mail: Contatta C.F. 80009910227
Indirizzo di e-mail certificata (PEC) segreteria.generale@pec.consiglio.provincia.tn.it

​Questo sito usa cookie tecnici e cookie di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano il Consiglio della Provincia autonoma di Trento a migliorare la fruibilità dei contenuti. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare la sezione Cookie Policy.