Nuove Leggi promulgate
 
3.1. - Assistenza sociale
Promulgate
Integrazioni della legge provinciale sulle politiche sociali 2007 in materia di carta dei servizi sociali ...
Materia: 3.1. - Assistenza sociale
Pubblicazione:
 
3.6. - Beni e attività culturali
Promulgate
Modificazioni della legge provinciale sulle attività culturali 2007 in materia di piccola editoria libraria ...
Materia: 3.6. - Beni e attività culturali
Pubblicazione:
 
1.8.1. - Contabilità
Promulgate
Assestamento del bilancio di previsione della Provincia autonoma di Trento per gli esercizi finanziari ...
Materia: 1.8.1. - Contabilità
Pubblicazione: pubblicazione sul B.U.R.: n.o 32 del 09-08-2016
 
Nella Legislatura
 
Leggi Provinciali
aiuto

LEGGI PROVINCIALI

L'espressione più alta dell'autonomia della Provincia è rappresentata dall'esercizio della funzione legislativa. La volontà politica trova certamente il più solenne momento di formalizzazione nell'"approvare le leggi provinciali".​

Il nostro sistema statutario ha previsto la possibilità di legiferare in numerose ed importanti materie.

N. 53
 
Disegni di legge
aiuto

DISEGNI DI LEGGE

La facoltà di presentare una proposta di legge spetta a ciascun consigliere, alla Giunta provinciale e, attraverso la raccolta di un determinato numero di firme, ai cittadini. L'atto deve essere accompagnato da una relazione, che ne illustra le finalità, e redatto in forma di articoli.

Affinchè un disegno di legge possa diventare legge, e come tale avere valore vincolante per tutti i cittadini, è necessario che lo stesso sia esaminato dalla commissione permanente competente per materia, chiamata a svolgere un'attività istruttoria, e successivamente discusso e approvato dall'Assemblea. Il disegno di legge è poi promulgato dal Presidente della Provincia e quindi pubblicato nel Bollettino ufficiale della Regione. In via ordinaria, la nuova legge entra in vigore dopo quindici giorni dalla sua pubblicazione.

N. 160
 
Mozioni
aiuto

MOZIONI

La proposta di mozione è un atto che può essere presentato da uno o più consiglieri al fine di promuovere un dibattito dell'Assemblea su un determinato argomento. In caso di approvazione da parte dell'Aula, l'atto impegna la Giunta provinciale al rispetto di determinate previsioni in uno o più campi di intervento dell'Amministrazione provinciale. Le mozioni costituiscono, pertanto, degli atti di indirizzo nei confronti dell'Esecutivo.​

N. 136
 
Ordini del Giorno
aiuto

​ORDINI DEL GIORNO

Analogamente alle mozioni, gli ordini del giorno costituiscono degli atti di indirizzo nei confronti della Giunta provinciale e possono essere proposti da uno o più consiglieri. A differenza delle mozioni, tali atti non hanno carattere autonomo e si riferiscono necessariamente a un disegno di legge. In caso di approvazione da parte dell'Aula, l'ordine del giorno impegna, pertanto, la Giunta provinciale al rispetto di determinate previsioni nell'ambito dello specifico campo d'intervento del disegno di legge in sede di esame del quale l'atto è stato approvato.

N. 258
 
Interrogazioni
aiuto

INTERROGAZIONI

​L'interrogazione è un atto con il quale ciascun consigliere chiede delle informazioni alla Giunta provinciale. Un consigliere può chiedere che la risposta sia fornita, da parte dell'assessore competente, per iscritto o oralmente in Assemblea. Una particolare tipologia di interrogazioni a risposta orale è rappresentata dalle interrogazioni a risposta immediata, domande in genere su temi di attualità che ciascun consigliere può rivolgere all'assessore competente, in via ordinaria all'inizio di ogni tornata consiliare, dando luogo a un dibattito con tempi limitati.
N. 3579
 
Deliberazioni cons.
aiuto

DELIBERAZIONI CONSILIARI

Le Assemblee legislative svolgono accanto alla funzione legislativa, che si sostanzia nell'adozione di leggi, e alla funzione di indirizzo e di controllo, che si esplica nell'approvazione di mozioni e ordini del giorno, un'ulteriore funzione a carattere residuale. Nell'esercizio di tale funzione le Assemblee adottano deliberazioni aventi oggetto vario: la costituzione di organismi interni, l'adozione di regolamenti consiliari, l'approvazione del bilancio, del rendiconto e dell'assestamento del Consiglio e, ancora, l'espressione di pareri di differente natura.​

N. 49
 
Petizioni
aiuto

​PETIZIONI

Ciascun cittadino può presentare una richiesta con la quale evidenzia problemi di politica legislativa o espone comuni necessità. L'esame di una petizione, dopo un preventivo giudizio di ammissibilità da parte dell'Ufficio di presidenza, avviene in seno alla commissione competente per materia e si conclude con una relazione, che viene trasmessa alla Giunta provinciale, a tutti i consiglieri e all'interessato.

N. 15
 
 

Codice provinciale

​​
 
 
Consiglio della Provincia autonoma di Trento: Via Manci, 27 - 38122 Trento - tel. 0461 213111 - e-mail: Contatta C.F. 80009910227
Indirizzo di e-mail certificata (PEC) segreteria.generale@pec.consiglio.provincia.tn.it

​Questo sito usa cookie tecnici e cookie di terze parti per la raccolta in forma aggregata e anonima di dati che aiutano il Consiglio della Provincia autonoma di Trento a migliorare la fruibilità dei contenuti. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare la sezione Cookie Policy.